7 Gen.’16 Bastien Fillon e M. Luisa Ria in primo piano

Alla ricerca del senso del nostro lavoro, del nostro incontrarci, il senso di questi incontri, di questa idea progettuale. Lo possiamo identificare come uno spazio creativo, questo nostro Gruppo Aperto: aperto a chi già vi partecipa ed anche a chi si vuole aggiungere, ispirat* dal comune intento che è il rispetto della parità di genere; ed aperto anche a quanto può maturare come iniziativa possibile che s’intenda sviluppare e perseguire.

La sua promozione ha carattere istituzionale, ma a sostenere il Gruppo è sostanzialmente l’adesione volontaria di chi vi partecipa. Pertanto, ben oltre il generico slogan del titolo, è necessaria una costante ricerca della motivazione che lo anima.

Gruppo si diventa, giacché pur animati dal comune intento che ispira l’iniziativa, le ragioni che ci portano a incontrarci e le possibili traiettorie sulle quali sviluppare delle iniziative possono essere varie e diverse, mentre è necessario ricercare condivise risonanze per quanto si abbia a cuore e può, insieme, accomunarci.

Il titolo, pariMenti-pariCuori, intende significare la necessità di un costante equilibrio fra ragione e sentimento. E con “ragione” identifichiamo un po’ più l’emisfero sinistro, il maschile; e con “sentimento” un po’ più quello destro, il femminile. Emisferi che nella loro entità fisiologica costituiscono l’unitarietà del cervello umano, ed è pertanto dalla loro interconnessione profonda che può derivare anche una funzionalità ottimale dell’intero organo.

È soprattutto un gruppo al femminile, questo nostro, con prevalenti esperienze associative, affianco a quelle istituzionali, soprattutto di Scuole, Comuni, ASL.
La proposta in avvio è stata di offrire ad ogni realtà che vi partecipa la possibilità di guidare uno o più incontri, presentando la propria esperienza, e aprendo un confronto fra i presenti a partire da questa.

Incontro 21 gennaio 2016

Presenti:
Associazione Donne Insieme – Taurisano – M.Loreta De Paola –
Associazione Donne Insieme – Taurisano – Anna Rizzo
Associazione Donne Insieme – Taurisano – Santina Preite
Associazione Donne Insieme – Taurisano –
ASL Le DSS-9 – Casarano – Daniela Inguscio
ASL Le DSS-9 – Casarano – Luciano Provenzano
Comune – Sportello Pari Opportunità – Matino – Natalia Ferri
Scuola_Liceo Scienze Umane – Casarano – Francesca Trane
Comune – Comm. Pari opportunità – Casarano – Leda Schirinzi
Comune – Biblioteca – Ruffano – Antonella Vantaggiato
Scuola_ Polo-1 – Taurisano – Maria Concetta D’Aversa
Associazione “Il campo delle fragole” – Ruffano – Luigina Marino
Volontaria – Counselor – Casarano – Gabry Arnone
Associazione Donne Insieme “Mina Venuti” – Collepasso – Anna Marzo
Scuola_Liceo Scienze Umane-Studente – Casarano – Letizia Portaccio
Scuola_Liceo Scienze Umane-Studente – Casarano – Benedetta De Nuzzo
Scuola_Liceo Scienze Umane-Studente – Casarano – Anna Chiara De Micheli
Scuola_Liceo Scienze Umane-Studente – Casarano – Sara Micaletto

L’incontro è stato animato dall’Associazione Donne Insieme di Taurisano, con informazioni circa lo spirito che anima la loro esperienza e le iniziative che realizzano, avvalendosi al contempo di una brochure divulgativa (qui disponibile).  Ne è seguito un dialogo di approfondimento e confronto con esperienze similari, per taluni aspetti, e con opportunità di futuri reciproci contatti e collaborazione con altre soggettività interessate a tale apporto.

Incontro del 7 gennaio 2016

Officine Cittadine, nella persona di Maria Luisa Ria e Bastien Fillon, si sono proposti a guidare degli incontri (5 e 26 nov.’15 e 7 gen.’16) col metodo dell’educazione non formale, che caratterizza il loro operare, con l’obiettivo di favorire un confronto proprio sull’idea di gruppo, e considerando tre aspetti:
Obiettivi da perseguire
Pubblico (a chi vogliamo rivolgerci)
Quali iniziative s’intendano realizzare.

Questa a seguire la documentazione di quanto emerso, elaborata dai due stessi conduttori del Gruppo a conclusione di tali incontri:

«Ci siamo divisi in tre gruppi di lavoro, i quali hanno prodotto una sintesi delle riflessioni e delle idee nate durante i precedenti incontri. In seguito abbiamo discusso sui tre resoconti e abbiamo convenuto negli obiettivi, nel pubblico e nelle iniziative che riportiamo di seguito. Per rinforzare lo spirito dell’intero gruppo si è pensato, inoltre, di darci un nome, ovvero Pari Idee.

Gruppo Obbiettivi:
Il nostro gruppo è quello della parità in tutto e per tutto, un insieme di enti, persone e organizzazioni che condividono la voglia di agire sul territorio in favore dell’uguaglianza tra uomini-donne e per promuovere una cultura del rispetto di genere.
“Siamo come i rami di uno stesso albero”

L’obbiettivo principale è di diventare un ponte tra realtà esistente e un cambiamento possibile attraverso uno studio sinergico e un confronto di esperienze e competenze.
“Creare un linguaggio e un protocollo operativo comune”
Gli obiettivi sono di sviluppare una maggiore convergenza d’intenti per favorire uno scambio fruttuoso di esperienze e pareri, ed elaborare un essenziale programma d’intervento condiviso.
Gruppo Pubblico:
Il nostro pubblico principale è costituito dai giovani e in particolare i bambini della scuola. La maggiore parte dei partecipanti del nostro gruppo, infatti, lavora, ha già lavorato o ha espresso la voglia di svolgere le nostri azioni con il pubblico scolastico.
Gruppo Iniziative:
Il gruppo iniziative ha individuato queste principali iniziative che si potrebbero svolgere in futuro:
 Progetti educativi trasversali per alunni, docenti e genitori (sul modello del progetto del 1° polo comprensivo di Taurisano, in collaborazione con il Centro Antiviolenza “Il Melograno” di Parabita).
 Proiezione di film tematici nelle scuole o nelle biblioteche per avviare una successiva discussione.
 Dibattiti di strada per coinvolgere i nostri concittadini.
 Laboratori teatrali nelle scuole (con adulti e ragazzi come protagonisti).
 Conferenza territoriale sul tema della “Discriminazione di genere” con l’intervento di esperti sia in campo scientifico che artistico e culturale.
 Diventare una rete che raccorda i lavori che le varie istituzioni e attiri producono.

Viene allegata anche una poesia di Alda Merini inviata della Professoressa M. Concetta D’Aversa.
A TUTTE LE DONNE
Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai cosa dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore »

I partecipanti all’incontro del 7 gennaio 2016:

ASL Le DSS-9 Casarano – Lucia Anna Leo
ASL Le DSS-9 Casarano – Daniela Inguscio
ASL Le DSS-9 Casarano – Luciano Provenzano
Comune Matino – Assessore Pari Opportunità – Pamela Lecci
Comune Matino- Sportello Pari Opportunità  – Laura D’Amore
Comune Matino- Sportello Pari Opportunità  – Natalia Ferri
CAV Parabita – Moira Fusco
Scuola_Liceo Scienze Umane Casarano – Francesca Trane
Associazione Officine Cittadine Collepasso  – Maria Luisa Ria
Associazione Officine Cittadine Collepasso – Bastien Fillon
Associazione Donne Insieme “Mina Venuti” Collepasso – Marta Rossetti
Comune – Biblioteca Ruffano – Antonella Vantaggiato
Scuola_ Polo-1 Taurisano  – Maria Concetta D’Aversa
Associazione Donne Insieme Taurisano – M.Loreta De Paola –
Associazione Donne Insieme Taurisano – Rizzo Anna
Associazione “Il campo delle fragole” Ruffano – Luigina Marino
Volontaria – Counselor- Casarano – Gabry Arnone