Ayurveda Salento

Iniziative di promozione dell’Ayurveda Maharishi

Incontro informativo su

STILE DI VITA AYURVEDICO

con la Dott.ssa Graziella Bensi

Laurea in Farmacia Consulente di Salute Ayurvedica 

Martedì 16 aprile ’24 ore 18.30
Parabita  (Le) presso Atrio Palazzo Ferrari, Via Vitt. Emanuele II, n. 6

Patrocinio Città di Parabita
Indirizzo  di saluto del Sindaco di Parabita, Dott. Stefano Prete, ad avvio dell’incontro

*

iniziativa Gestalt House APS

in collaborazione con

MAP Italia >>>

Museo del Manifesto Parabita >>>

Informazione
su
QuiSalento
aprile 2024

(immagine dal web)

Da ormai qualche anno si sta sviluppando anche nel Salento una sensibilità diffusa per l’Ayurveda Maharishi, per la bontà dei principi che animano tale disciplina e per l’efficacia delle proposte che mirano a curare anzitutto la salute, a fronte del messaggio prevalente della Medicina Occidentale, che tende a prendersi cura  quasi essenzialmente delle malattie.  Prendiamoci cura anzitutto della salute, è il principio base dell’Ayurveda e molte malattie possono essere evitate o curate già prima che insorgano in maniera nefasta. 

Notizia relativa ad Ayurveda Maharishi  >>>

Grazie all’iniziativa di Operatori esperti disponibili  a fornire la propria collaborazione si realizzano pertanto delle iniziative in Puglia e nel Salento, e mediante questa pagina s’intende creare un collegamento di base in maniera che esse non restino  isolate bensì accomunate da un denominatore comune che ne avvalori il senso e la portata nel loro insieme. 

“Lo stato della mente  può influenzare l’interezza della vita dell’essere umano e quindi anche il suo stato fisico, per gli aspetti favorevoli, la salute, o per quelli avversi, le malattie.

A compromettere la salute agiscono in maniera determinante i “radicali liberi”, prodotti da stress ossidativo causato da fattori esterni (sostanze tossiche presenti in bevande e cibi trattati o nell’ambiente e nell’aria) e da condizioni stressanti di vita personale.

Un importante aiuto a neutralizzare l’azione dei radicali liberi e a prevenirne l’insorgere è offerto dall’Ayurveda, scienza originaria dell’India, che da oltre 4000 anni, in accordo con le leggi naturali, indica come prendersi cura della salute in maniera efficace, valorizzando le frequenze energetiche che sostengono la vita e mediante l’apporto di prodotti naturali. Il termine “Ayurveda” significa “vita” (ayur) e “conoscenza” (veda), quindi: “conoscenza della vita” ovvero anche “arte del buon vivere”.

Maharishi Ayurveda è il sistema oggi riconosciuto che ha riscoperto la forma più autentica e completa dell’Ayurveda, rendendola accessibile a tutti. Ayurveda Maharishi integra in sé due aspetti essenziali a garantire la vita e la salute: la Meditazione Trascendentale >>> per sostenere la crescita di consapevolezza e l’equilibrio interiore, e  l’utilizzo di Rasayana e integratori alimentari  costituiti da miscele complesse a base di erbe  e ingredienti adeguatamente scelti e preparati i quali, sostengono i vaidya (medici) ayurvedici,  sono molto più efficaci poiché il sinergismo naturale aumenta la potenza della miscela e contribuisce anche a mitigare gli eventuali effetti collaterali provocati dai singoli componenti.” (Hari Sharma)  e il cui utilizzo può favorire  la vitalità, la resistenza alle malattie e la longevità.

Per quanto espresso nel documento OMS World Health Organization Traditional Medicine Strategy 2014-2023” Rapporto sulle strategie in tema di Medicine tradizionali e non convenzionali (T&CM).  , andrebbero integrate fra loro funzione e prassi delle Medicine non Convenzionali  con   la Medicina convenzionale occidentale: mentre questa basa la sua azione essenzialmente  sui “farmaci”, ovvero ingredienti attivi isolati  solitamente prodotti in laboratorio, l’Ayurveda  propone l’utilizzo di miscele complesse a base di erbe e ingredienti naturali adeguatamente scelti e il cui sinergismo, come la pluralità di strumenti in un’orchestra,  fa aumentare la potenza e l’efficacia delle formulazioni.”

Hari Sharma, Radicali Liberi, Come combatterli per prevenire l’invecchiamento e le malattie, Ed Tecniche Nove, Milano, 1995,
di cui qui alcuni brani >>>

Alcuni riferimenti di Organizzazioni Governative  e Scientifiche che valorizzano la Medicina Complementare – o anche detta “non convenzionale” – fra cui è da annoverare l’Ayurveda:

Parlamento europeo, Risoluzione sullo statuto delle medicine non convenzionali Risoluzione sullo statuto delle medicine non convenzionali – Gazzetta ufficiale n. C 182 del 16/06/1997 pag. 0067 : L’Assemblea (…) rileva tuttavia che le forme di medicina alternativa, complementare e non convenzionale stanno diventando sempre più importanti in Europa e nel mondo. La misura in cui sono riconosciuti e lo status giuridico di cui godono variano notevolmente da un paese all’altro.(…)  I pazienti stessi richiedono sempre più l’uso di diverse forme di trattamento. Questo è un fatto che non può essere ignorato. L’Assemblea riconosce la preminenza delle medicine convenzionali; le diverse forme di medicina, tuttavia, non devono competere tra loro: è possibile che coesistano e si completino a vicenda.


Organizzazione mondiale della Sanità: “World Health Organization Traditional Medicine Strategy 2014-2023” Rapporto sulle strategie in tema di Medicine tradizionali e non convenzionali (T&CM). >

-“Il documento OMS aiuterà i leader sanitari a trovare soluzioni per una visione più ampia che sviluppi il concetto di salute e che aumenti l’autonomia del paziente”,  Dr. Paolo Roberti di Sarsina, presidente Associazione  Medicina Centrata sulla Persona, esperto  Medicine non Convenzionali del Consiglio Superiore di Sanità,  ricercatore italiano che ha partecipato alla stesura del documento di cui sopra nel comitato OMS. >>> 

Conferenza Stato-Regioni 7 Febbraio 2013 “Criteri per la formazione sulle medicine complementari dei medici.”  “L’ accordo ha una portata storica poiché, in mancanza di una legge di regolamentazione nazionale della professionalità dei medici esperti in Medicine Complementari di fatto, una volta recepita dalle singole regioni, ha l’ equivalenza di una legge dello Stato”.


AGENAS:“valutazione dei fondamenti scientifici e dell’efficacia delle medicine alternative o non convenzionali” 


Università di Siena Facoltà di Medicina e Chirurgia Master su le Medicine Complementari –

ISS: caratteristiche d’uso per livelli di diffusione della medicina non convenzionale 

FNOMCeO “Carta di Terni” Delibera e ‘linee guida’ su Medicine e pratiche non Convenzionali 18 Maggio 2002: “Le medicine e le pratiche non convenzionali” ritenute in Italia come rilevanti da un punto di vista sociale sia sulla base delle indicazioni della Risoluzione n. 75 del parlamento europeo del 29/5/97 e della Risoluzione n. 1206 del Consiglio d’Europa del 4/11/99 che sulla base della maggiore frequenza di ricorso ad alcune di esse da parte dei cittadini oltre che degli indirizzi medici non convenzionali affermatisi in Europa, negli ultimi decenni, sono: (…) 3. Medicina Ayurvedica (…)

Regione Marche LEGGE REGIONALE 25 novembre 2013, n. 43 Modalità di esercizio delle medicine complementari.

Provincia Autonoma di Trento,  Legge 22 aprile 2013, n. 7, “Norme in materia di discipline bionaturali”.

5 dicembre 2013, Parabita, Vaidya >>>
Dr.sa MAMATHA VISHWANATHANIAH
e Dr NAGARAJA KARTHIMALLI


“Considerati gli effetti fondamentali sulla salute, sembrerebbe che queste formulazioni a base di erbe non siano apparse per caso,
ma siano piuttosto il risultato di una teoria completa sulla salute e sulla medicina


Gli integratori alimentari a base di erbe usati nell’Ayurveda  Maharishi sono miscele di piante intere o parti di esse, comprendono un’abbondanza di componenti e sono un ricco intruglio di molecole che arricchiscono l’organismo umano nel suo insieme. Non sono assolutamente medicinali.  


 L’efficacia di queste formulazioni deriva proprio dalla ricchezza delle miscele, prodotta per massimizzare le sinergie. I componenti si aiutano a vicenda a passare attraverso l’apparato digerente per arrivare alle cellule giuste, a penetrare nelle membrane cellulare e ad ottenere effetti intracellulari.


Per dirla in termini  musicali, il corpo non è uno strumento monocorde ma è una sinfonia di migliaia di strumenti diversi (biochimici) che variano e si combinano in innumerevoli modi, tutti insieme e tutti interattivamente. Per rendere questa sinfonia più armoniosa sarebbe più efficace intervenire con sostanze complesse e olistiche” ”
(Hari Sharma)


Per ricevere aggiornamenti sulle iniziative di Ayurveda Salento puoi lasciarci il tuo contatto