42 anni, 10 mesi e un giorno

Simil_intervista sull’esperienza di quarant’anni di attività professionale, di cui oltre trenta svolta nei Consultori familiari: tanti gli aspetti positivi, ma altrettanti i limiti e  le difficoltà che richiederebbero una ripresa di entusiasmo per rilanciare questi servizi di frontiera, fondamentali per rispondere ai bisogni di salute dei cittadini

Continua a leggere

Il flusso discorsivo

Il lavoro psicologico può favorire cambiamento in Sé stessi
per integrare l’esperienza alle trasformazioni
che lo scorrere del tempo produce

Continua a leggere

ascoltando_dire in relazione

“Proviamo a dircele” (le cose che sentiamo), questo il titolo scaturitomi a mente a seguire il nostro primo incontro di giovedì scorso 28 gennaio ’16*. Ben oltre espressione immediata che presenza e ogni dire manifesta, tanto di Sé rimane segretato tuttavia nello svolgersi delle relazioni agite, solitamente.

Continua a leggere

POTRAI DI ME CAPIRE

Dialogo immaginario con mia mamma. Lei qui parla:

Quanto amai la vita, voglio tu sappia, quanto cara la serbassi in me, e la sentivo scorrere fluida, calda, piena.  Posso dire di non essermi invecchiata; con entusiasmo mi si apriva ogni giorno, e cercai in ogni giorno la ragione del vivere. Continua a leggere

La parola terapeutica

Fra gli aspetti del vivere, parola è magia, vibrazione espressiva per comunicare e sviluppare relazioni con e fra l’umano mondo. Contribuisce a generare vita, ma può giungere talvolta a ferirla o, addirittura, ucciderla.
Continua a leggere

Fra senso di Sé e cavallo dell’Io

Sul filo di un equilibrio da inventare e a cui tendere momento per momento,
giorno per giorno, età per età
Continua a leggere

slanci

Rosa Casilli – COMUNIC-AZIONE

 

La comunic-azione scritta è l’azione di “mettere in comune”, attraverso un codice riconosciuto da chi scrive e da chi legge, un prodotto in lingua (italiana) che viaggia lungo un canale (e-mail), atto a mantenere viva la stessa comunicazione, tenendo presente che l’accento posto sul messaggio trasmesso, anche se in forma assertiva, di per sé si costituisce in funzione “poietica”(=creativa) del linguaggio ed implica un arricchimento reciproco nelle relazioni umane. Continua a leggere

un sentire più ampio

Allarghiamo il senso di quanto accade ad un sentire più ampio, ve n’è urgenza: dire, ascoltare, leggere,scrivere, musicare, dipingere, danzare e correre, ne sono il mezzo. Ascolto l’intimo riecheggiare di quanto io attraverso nel mio percorso di vita / Ascolto l’intimo riecheggiare di quanto mi perviene: fra queste due espressioni colgo l’abisso.

pariMenti_pariCuori Incontri gennaio 2016

Alla ricerca del senso del nostro lavoro, del nostro incontrarci, il senso di questi incontri, di questa idea progettuale. Lo possiamo identificare come uno spazio creativo, questo nostro Gruppo Aperto: aperto a chi già vi partecipa ed anche a chi si vuole aggiungere, ispirat* dal comune intento che è il rispetto della parità di genere; […]